Ti sei abbonato con successo a Backstage Magazine | Associazione artistica PETRUSKA | Markus Zohner Arts Company
Grande! Successivamente, completa il checkout per l'accesso completo a Backstage Magazine | Associazione artistica PETRUSKA | Markus Zohner Arts Company
Ben tornato! Hai effettuato l'accesso.
Congratulazioni! Il tuo account è stato attivato, ora hai accesso a tutti i contenuti.
Le tue informazioni di fatturazione sono state aggiornate.
L'aggiornamento delle informazioni di fatturazione non è riuscito.
Botta e risposta: religione vs. ateismo (2)

Botta e risposta: religione vs. ateismo (2)

Il fatto che la fisica quantistica segua delle leggi diverse da quelle ai quali siamo abituati come mammiferi appena emigrati dalla steppa africana, è un complimento enorme alla fantasia e all'intelligenza delle persone che stanno esplorando questi mondi meravigliosi.

markus
markus

Dal momento che la religione tocca la società, diventa politica. È questo punto che, secondo noi, è necessario che venga discusso, contrastando, pensando, illuminando e creando. Scrivici sempre!

Continuiamo con la seconda edizione dell'articolo Botta e risposta: religione vs. ateismo (qui la prima edizione).

Sostieni BACKSTAGE Magazine: abbonati!
Abbiamo creato Backstage Magazine, un ibrido fra blog e newsletter che ogni domenica: http://backstage.zohner.com.

Le lettere che riceviamo si riferiscono a questo, questo, questo, e questo articolo.

Le regole per le nostre risposte:

  • Le citazioni sono state anonimizzate. Le lettere erano rivolte a noi, senza che l'autore avrebbe avuto l'intento di vederle pubblicate. Abbiamo perciò estrapolato gli argomenti, senza fare riferimento all'autore.
  • Gli argomenti vengono citati fuori contesto. È chiaro che le argomentazioni si sviluppano e si riferiscono a punti detti in precedenza. Dato che dobbiamo però semplificare la struttura, ci siamo concentrati sui punti principali, estrapolandoli.

Cosmo, bellezza e il teorema dell'impulso

Un altro elemento di riflessione, invece, è il cosmo, il suo ordine, la sua armonia. Ho visto recentemente un documentario del CERN (Il senso della bellezza), dove alcuni scienziati, affascinati dalla bellezza del cosmo, riconoscono che potrebbe esserci una "Forza ordinatrice", mentre per altri no. Penso che sia interessante perché molte religioni affermano la possibilità di riconoscere una Presenza nella natura e alcuni ancora oggi la divinizzano. Per la religione giudaica, cristiana e musulmana questa è la figura del Creatore. - M.M.

Quella che noi chiamiamo "bellezza" la esclamiamo da un punto di vista protetto, al sicuro. Per riconoscere una "bellezza", noi dobbiamo stare bene. In altre parole: il cosmo non è per niente "bello" se sei in una navicella spaziale e questa adagio, adagio sta perdendo ossigeno. In questo momento, la "bellezza" svanisce e si trasforma in orrore puro, come si trasforma la bellezza di un cavallo nel momento in cui questo scalcia e con lo zoccolo ti spacca il torace. La bellezza dunque non è solo altamente soggettiva, ma necessita di un punto di vista riparato, in sicurezza. Detto questo: la bellezza, essendo così soggettiva e volatile, non può essere un argomento per l'esistenza di un Creatore. Anzi: è un argomento per la fragilità umana.

Top-quark pair production
Event display of a tt̄ event candidate in the 2015 data. The transverse momenta of the leading and second-leading large-R jets are 961 GeV and 824 GeV, respectively.

C'è inoltre una dimensione che trascende l'uomo anche nelle scienze. Tutto ciò che porta avanti il CERN e le relative scoperte (come il bosone di Higgs) sarebbero impossibili se non si andasse al di là del principio di evidenza. La fisica quantistica non esisterebbe se ci si basasse unicamente sul principio di non contraddizione. Le basi sulle quali oggi si fondano il realismo e la scienza, sono diverse quindi dal secolo scorso e implicano l'ipotizzare ciò che non possiamo vedere. Il realismo oggi quindi implica aspetti trascendenti. - M.M.

C'è secondo me una confusione di argomenti. "Evidenza" non significa "palpabilità". Noi siamo esseri che vengono dalle steppe africane e i nostri sensi, i nostri riflessi sono adatti a nutrirci in quelle lande, a proteggerci da leoni e da serpenti e così via. Vediamo solo una banda estremamente ristretta di onde elettromagnetiche. Ma, abbiamo la creatività. Non abbiamo un senso corporeo per poter "vedere" il bosone di Higgs, ma abbiamo la capacità di calcolarlo e di costruire delle apparecchiature che ce lo possono dimostrare. Così arriviamo ad un'evidenza (l'esistenza del bosone di Higgs è stata provata nel 2012 al CERN). Il fatto che io e tu non lo possiamo vedere, non significa che non ci sia evidenza. E il fatto che la fisica quantistica sia difficile da capire e che segua delle leggi diverse da quelle ai quali siamo abituati come mammiferi appena emigrati dalla steppa africana, non implica per niente un collegamento con degli aspetti trascendenti, ma è un complimento enorme alla fantasia e all'intelligenza dell'essere umano e delle persone che stanno esplorando questi mondi meravigliosi.

ATLAS has the dimensions of a cylinder, 46m long, 25m in diameter, and sits in a cavern 100m below ground. The ATLAS detector weighs 7,000 tonnes, similar to the weight of the Eiffel Tower.

... il che non toglie che per un cristiano resta viva, anche se traballante e spesso incerta, la “speranza che non delude”: se tutto il creato (i mari e i monti, i pianeti, le sinfonie di Mozart, e Dante e Shakespeare e il nostro incanto creativo di oggi) ha un “moto che muove il mosso” (San Tommaso D’Aquino) e dunque un creatore, allora l’investigazione su questo creatore - la ricerca di Dio - è un compito alto, una responsabilità non risibile da parte dell’uomo che pensa e si strugge. Che questo creatore - Dio - si sia incarnato duemila anni fa in Palestina nel ventre di una povera ragazza di provincia romana, è la pretesa - scommessa - fede dei cristiani. Il gran dono della libertà umana ci permette di dire di sì o di no. Ed entrambe le risposte meritano dignità di attenzione. - M.F.

È interessante, ma penso che ci sia un salto troppo facile nella concatenazione degli argomenti: Tommaso d'Aquino, frate domenicano del Basso medioevo, sicuramente aveva tante nozioni filosofiche e sicuramente era una persona di grande saggezza.
Ma bisogna anche dire che dalla formulazione di questa sua frase, fino al giorno di oggi sono passati 800 anni. Possiamo sì dire che tutto il creato abbia un "moto che muove il mosso". Oggi sappiamo che questo è il teorema dell'impulso nel secondo principio della dinamica.

Ma trarne la conseguenza "dunque un creatore" è alquanto pericoloso.
Le opere di Mozart, di Dante, di Shakespeare etc., di sicuro hanno un "creatore", dunque una persona che le ha create: Mozart, Dante, Shakespeare, etc.  
Ma i mari e i monti, i pianeti, sono comunque da guardare con uno sguardo separato: dire che hanno un creatore è una postulazione impossibile da provare, ma spesso viene formulata con leggerezza. Anzi: la provenienza dei mari e dei monti, come quella dei pianeti, del sistema solare e delle galassie, oggi è molto chiaramente spiegata dalla scienza – astrofisica, geologia, biologia –, e queste spiegazioni non hanno alcun bisogno dell'intervento di un creatore.

Naturalmente, per un ateo pensare che questo Creatore – che non ha nessuna ragione di esistere –, si possa essere incarnato nel ventre di una ragazza, porta tutta la discussione nel regno delle favole e delle leggende antiche - mondo affascinante e pieno di poesia, ma non da mettere sullo stesso livello di ciò che è la realtà.

L'impulso

Le possibilità di sostenere il nostro lavoro artistico e culturale

Sostieni l’arte e la vita culturale — Associazione artistica PETRUSKA – associazione culturale svizzera senza scopo di lucro
Il tuo sostegno và all’ Associazione artistica PETRUSKA, associazione svizzera senza scopo di lucro, riconosciuta dalle autorità fiscali del Canton Ticino /...
Sostieni associazione artistica PETRUSKA

Per un ateismo militante - articolo di Markus Zohner su rsi.ch

Per un ateismo militante
Argine alle nuove forme di fanatismo

Scrivici!

Contatti
Contatta gli artisti